UN FIGLIO DEL NOSTRO TEMPO

sabato 15 novembre ore 21.00
domenica 16 dicembre ore 17.00

libero adattamento dal romanzo di Ödön von Horváth
regia di Patrice Bigel
con Filippo Baglioni, Gabriele Bonafoni, Giacomo Lorenzoni, Niccolò Pacini, Isabella Quaia
produzione Compagnie La Rumeur/AttoDue (FR/IT)

“Non ho avuto tempo. – Un pretesto, un brutto pretesto! Dobbiamo sempre avere tempo per un essere umano. Tutto il resto passa dopo.” Ödön von Horváth

La compagnia La Rumeur, in accordo con AttoDue, nell’aprile 2018 ha accolto in residenza presso l’ Usine Hollander cinque giovani attori italiani per un workshop di quindici giorni. Questo lavoro ha dato forma ad uno spettacolo teatrale presentato all’Usine Hollander nello scorso Aprile. Questa esperienza si è sviluppatoa attorno al romanzo di Ödön von Horváth, UN FIGLIO DEL NOSTRO TEMPO. Questa storia, scritta nel 1938 in forma di monologo / dialogo interiore ha un elevato carattere episodico: situazioni, luoghi, e atmosfere apparse in opere precedenti. Questo romanzo racconta il viaggio iniziatico di un giovane disoccupato, che vivendo con difficoltà in un paese in piena crisi economica, ove non vede alcuna prospettiva, spera di trovare una vita migliore, impegnandosi nell’esercito. Convinto che l’obbedienza e la guerra avrebbero permesso al paese di riprendersi, si impegna ciecamente fino a quando un incidente lo esclude nuovamente dalla famiglia che pensava di aver trovato. Ancora un sentimento di rifiuto di una società in cui l’ essere umano non ha spazio.
Il libero adattamento di questo testo ha prodotto una performance che mescola teatro e video ed è il risultato di un lavoro di equipe che vede riuniti attori, regista e scenografo.

logo MiBACT
Regione Toscana
comune  di Sesto Fiorentino
Regione Toscana
Comune di Firenze
logo RAT
Arci Firenze
Sesto-Fiorentino

Comune di Firenze
Company blu
Laboratorionove / attodue
Teatro della Limonaia